• QDFM.

    QDFM: R160H, rulli protetti, quadrante asciutto interamente protetto

    QDFM-R160 (a richiesta modelli da R10 a R250), rulli protetti, quadrante asciutto interamente protetto, campo di misura R160, classe di accuratezza 2, classe ambientale C, per acque torbide.

  • QDFU PI.

    QDFU: R200H-R100V, rulli protetti, quadrante ASCIUTTO INTERAMENTE PROTETTO

    QDFU-R200H-R100V (a richiesta modelli da R10 a R250), rulli protetti, quadrante ASCIUTTO INTERAMENTE PROTETTO, campo di misura R200H-R100V, classe di accuratezza 2, classe ambientale C, per acque torbide.

  • AFMS-PI.

    AFMS-PI.

    Modello Super-Dry classi di temperatura T30 e T50 (a richiesta disponibili modelli da R40 a R200). modello asciuttoclassi di temperatura T30 e T50 (a richiesta disponibili modelli da R40 a R100).

  • RF-SLW.

    RF-SLW.

    Smart meter e sistemi di trasmissione dati.

Istruzioni per la corretta lettura del contatore d’acqua

I rulli numeratori neri riportano i metri cubi (il colore nero contraddistingue sempre l'unità di misura, indipendentemente dalla dimensione di eventuali parti della finestra dei rulli), gli indici rossi o i rulli numeratori rossi indicano invece i sottomultipli del metro cubo. In particolare, gli indici rossi dei quadrantini indicano i sottomultipli del metro cubo: è quindi possibile effettuare anche la lettura dei litri (0,001 metro cubo = 1 litro). Inoltre il quadrantino contrassegnato da x 0,0001 ha la divisione raddoppiata per indicare con una precisione pari al ventesimo di litro.

Per il quadrante riportato nell'immagine sopra, i rulli riportano l'indicazione di 4926 metri cubi (l'ultimo rullo a destra risulta a metà tra il numero 6 ed il numero 7, per la lettura verrà considerato il numero 6, il valore numerico inferiore). I quadrantini nella parte inferiore indicano invece:

quadrantino x 0,1: valore numerico 4 (essendo appena oltre la linea del numero 4), quindi 0,4 metri cubi, cioè 400 litri;

quadrantino x 0,01: valore numerico 3 (essendo a metà tra 3 e 4), quindi 0,03 metri cubi, ovvero 30 litri;

quadrantino x 0,001: valore numerico 4 (essendo a metà tra 4 e 5), quindi 0,004 metri cubi, ovvero 4 litri;

quadrantino x 0,0001: valore 3,5 (essendo esattamente sulla divisione intermedia tra i numeri 3 e 4), quindi 0,00035 metri cubi, ovvero 3,5 decilitri.

Sommando tutti i valori si ottiene la lettura: 4.926,43435 metri cubi.

Chi fornisce il servizio idrico di solito tiene conto in fase di lettura solo delle cifre intere, cioè i metri cubi, tralasciando cosa indicato dai quadrantini, dopo la virgola.


Per l'installazione corretta dei contatori d'acqua a turbina MID, assicurando così un funzionamento regolare e una durabilità nel tempo, è necessario seguire queste istruzioni di montaggio

Pulire con cura i due tronconi di tubazione entro i quali deve essere installato il contatore (specialmente se si tratta di nuovi impianti), assicurandosi che non siano presenti corpi estranei (quali filamenti di canapa, sedimenti calcarei, scorie di saldatura o altro) e lasciare scorrere acqua per qualche tempo, collocando provvisoriamente un tubo filettato di lunghezza pari a quella del contatore tra i due tronchi di tubazione. Assicurarsi di montare il misuratore nello stesso verso del flusso dell'acqua (fare riferimento alla freccia stampata sulla cassa del misuratore). Installare il contatore in asse con le tubazioni e perfettamente orizzontale (evitare l'inclinazione che potrebbe causare il cattivo funzionamento del misuratore). Installare il contatore in luogo protetto da urti, manomissioni e agenti atmosferici, in posizione ove sia facile la lettura. É buona norma collocare il contatore in apposita spaziosa nicchia, riparato da agenti atmosferici e da gelo, possibilmente coibentando l'installazione con materiali isolanti. E' consigliabile installare il misuratore tra due valvole di arresto o rubinetti, per poterlo isolare nel caso si debba effettuare lo smontaggio per riparazione o sostituzione. Il rubinetto a valle è consigliabile sia munito di scarico, per effettuare eventualmente lo svuotamento dell'impianto (in caso di gelo o per manutenzione, ad esempio), o per poter eventualmente verificare in loco il funzionamento del misuratore. Se possibile almeno a monte utilizzare valvole a passaggio totale (e mantenerle totalmente aperte). E' buona norma, per mantenere in efficienza i componenti del misuratore, assicurarsi che l'apparecchio sia sempre pieno d'acqua (in funzionamento come a riposo), salvo brevi casi eccezionali dovuti, ad esempio, a manutenzione dell'impianto). Quando si immette acqua all'impianto (per la prima volta o dopo lo svuotamento per manutenzione) avere cura di aprire l'ingresso dell'acqua con cautela per evitare di danneggiare lo strumento.