Contatori per ACQUA FREDDA e ACQUA CALDA - Contatori per CALORE

 Italiano| English
 
  • AFMS

    QDFM: R160H, rulli protetti, quadrante ASCIUTTO INTERAMENTE PROTETTO

    QDFM-R160 (a richiesta modelli da R10 a R250), rulli protetti, quadrante ASCIUTTO INTERAMENTE PROTETTO, campo di misura R160, classe di accuratezza 2, classe ambientale C, per acque torbide

    Approfondisci
  • QDFU: R200H-R100V, rulli protetti, quadrante ASCIUTTO INTERAMENTE PROTETTO

    QDFU-R200H-R100V (a richiesta modelli da R10 a R250), rulli protetti, quadrante ASCIUTTO INTERAMENTE PROTETTO, campo di misura R200H-R100V, classe di accuratezza 2, classe ambientale C, per acque torbide

    Approfondisci
  • SDF MID R500: tecnologia ad ULTRASUONI, con sistema di lettura a distanza su server

    SDF: misuratore di volume con doppio fascio ultrasonico con prestazioni metrologiche stabili nel tempo
    CTS: concentratore con modem GPRS che, per mezzo di una SIM dati, permette di utilizzare le reti cellulare per trasmettere i dati

Istruzioni

Istruzioni per la corretta lettura del contatore d'acqua

 

Istruzioni per la corretta lettura del contatore d'acquaI rulli numeratori neri riportano i metri cubi (il colore nero contraddistingue sempre l'unità di misura, indipendentemente dalla dimensione di eventuali parti della finestra dei rulli), gli indici rossi o i rulli numeratori rossi indicano invece i sottomultipli del metro cubo. In particolare, gli indici rossi dei quadrantini indicano i sottomultipli del metro cubo: è quindi possibile effettuare anche la lettura dei litri (0,001 metro cubo = 1 litro). Inoltre il quadrantino contrassegnato da x 0,0001 ha la divisione raddoppiata per indicare con una precisione pari al ventesimo di litro.

Per il quadrante riportato nell'immagine sopra, i rulli riportano l'indicazione di 4926 metri cubi (l'ultimo rullo a destra risulta a metà tra il numero 6 ed il numero 7, per la lettura verrà considerato il numero 6, il valore numerico inferiore). I quadrantini nella parte inferiore indicano invece:

quadrantino x 0,1: valore numerico 4 (essendo appena oltre la linea del numero 4), quindi 0,4 metri cubi, cioè 400 litri;

quadrantino x 0,01: valore numerico 3 (essendo a metà tra 3 e 4), quindi 0,03 metri cubi, ovvero 30 litri;

quadrantino x 0,001: valore numerico 4 (essendo a metà tra 4 e 5), quindi 0,004 metri cubi, ovvero 4 litri;

quadrantino x 0,0001: valore 3,5 (essendo esattamente sulla divisione intermedia tra i numeri 3 e 4), quindi 0,00035 metri cubi, ovvero 3,5 decilitri.

Sommando tutti i valori si ottiene la lettura: 4.926,43435 metri cubi.

Chi fornisce il servizio idrico di solito tiene conto in fase di lettura solo delle cifre intere, cioè i metri cubi, tralasciando cosa indicato dai quadrantini, dopo la virgola.

 


 

Per l'installazione corretta dei contatori d'acqua a getto unico e multiplo MID, assicurando così un funzionamento regolare e una durabilità nel tempo, è necessario seguire questi suggerimenti:

 

Pulire con cura i due tronconi di tubazione entro i quali deve essere installato il contatore (specialmente se si tratta di nuovi impianti), assicurandosi che non siano presenti corpi estranei (quali filamenti di canapa, sedimenti calcarei, scorie di saldatura o altro) e lasciare scorrere acqua per qualche tempo, collocando provvisoriamente un tubo filettato di lunghezza pari a quella del contatore tra i due tronchi di tubazione.

Assicurarsi di montare il misuratore nello stesso verso del flusso dell'acqua (fare riferimento alla freccia stampata sulla cassa del misuratore).

Installare il contatore in asse con le tubazioni e perfettamente orizzontale (evitare l'inclinazione che potrebbe causare il cattivo funzionamento del misuratore).

Installare il contatore in luogo protetto da urti, manomissioni e agenti atmosferici, in posizione ove sia facile la lettura. É buona norma collocare il contatore in apposita spaziosa nicchia, riparato da agenti atmosferici e da gelo, possibilmente coibentando l'installazione con materiali isolanti.

E' consigliabile installare il misuratore tra due valvole di arresto o rubinetti, per poterlo isolare nel caso si debba effettuare lo smontaggio per riparazione o sostituzione. Il rubinetto a valle è consigliabile sia munito di scarico, per effettuare eventualmente lo svuotamento dell'impianto (in caso di gelo o per manutenzione, ad esempio), o per poter eventualmente verificare in loco il funzionamento del misuratore. Se possibile almeno a monte utilizzare valvole a passaggio totale (e mantenerle totalmente aperte).

E' buona norma, per mantenere in efficienza i componenti del misuratore, assicurarsi che l'apparecchio sia sempre pieno d'acqua (in funzionamento come a riposo), salvo brevi casi eccezionali dovuti, ad esempio, a manutenzione dell'impianto). Quando si immette acqua all'impianto (per la prima volta o dopo lo svuotamento per manutenzione) avere cura di aprire l'ingresso dell'acqua con cautela per evitare di danneggiare lo strumento.

 


 

Procedura per installazione corretta dei contatori d'acqua a mulinello Woltmann:

 

Per l'installazione dei contatori Woltmann su impianti con tubazioni di diametro diverso da quello del misuratore si devono utilizzare gli specifici raccordi conici, mantenendo un tratto rettilineo di tubazione nei due sensi (a monte e a valle) con lunghezza almeno pari a 10 volte il diametro nominale del contatore (DN).

Per facilitare installazione ed eventuale smontaggio dello strumento dalle tubazioni fisse, è buona norma utilizzare giunti mobili a valle del contatore.

NB:ricordarsi che il contatore Woltmann con mulinello verticale è adatto esclusivamente per il montaggio su tubazione orizzontale.

NB: è consigliabile installare un filtro estraibile a Y a monte del misuratore.

Prima dell'installazione dello strumento è opportuno lavare bene la tubazione.

Evitare assolutamente la saldatura delle controflange con il misuratore installato.

Evitare di installare i misuratori in prossimità di pompe.

In presenza, immediatamente a monte dei misuratori, di curve, strozzature, gomiti, ecc., si manifesta un'influenza negativa per l'esattezza della misurazione, dato il moto vorticoso che ne consegue, mentre subito a valle del misuratore, questi non hanno influenze di rilievo sull'accuratezza, ma la controspinta dell'acqua può accellerare l'usura dell'albero del mulinello. E' quindi buona norma, ove possibile, avere a valle un tratto rettilineo di almeno 5 volte il DN (convenientemente aumentabile, dove possibile).

In presenza di saracinesche a monte è buona norma mantenere una distanza di almeno 12 volte il DN dal misuratore, riducibile a 4-5 volte il DN soltanto se si ha la certezza che questa rimanga sempre tutta aperta; per i contatori a mulinello verticali sono sufficienti 2 volte il DN. Se presenti valvole di non ritorno consigliabile almeno 12 volte il DN.

Se presenti sull'impianto curve o raccordi a "T" a monte del misuratore, occorre installare un raddrizzatore di flusso, oppure mantenere un tratto rettilineo di almeno 25 volte il DN (per i misuratori a mulinello verticale 3 volte il DN), anche se curve e raccordi a "T" sono sullo stesso piano.

Lo scarico deve essere disposto su un piano più alto rispetto allo strumento in modo che quest'ultimo sia sempre pieno, per evitare che l'eventuale funzionamento "a secco" possa danneggiare il mulinello e la parte sommersa ed evitare nel contempo il formarsi di bolle d'aria all'interno dell'impianto.

Il meccanismo interno del contatore a mulinello può essere rimosso dal corpo, che rimane installato sulla tubazione, in caso di riparazione o pulizia. Porre attenzione affinchè nessun corpo estraneo entri all'interno della tubazione o resti all'interno del corpo del misuratore, proteggendo l'apertura del vano del meccanismo interno. Nel caso si debba procedere alla rimozione completa del misuratore si dovrà disporre di un tronco flangiato provvisorio da porre in sostituzione del misuratore.

Laboratorio taratura G2
UNI CEI EN ISO/IEC 17025

È in corso di ultimazione l'iter per l'accreditamento del Laboratorio di Taratura della G2 misuratori per le misure su contatori d'acqua (volume), che sarà sottoposto a verifica di conformità alla Norma UNI CEI EN ISO/IEC 17025 da parte di ACCREDIA...

approfondisci...

Le Certificazioni di sistema, di stabilimento e di prodotto

Certificazione del Sistema Qualita (ISO 9001), certificazione del Sistema Ambientale (ISO 14001), approvazione stabilimento modulo D 2004/22/CE MID, approvazioni di modello modulo B 2004/22/CE MID...

Approfondisci...

Dichiarazioni di conformità CE contatori MID 2004/22/CE

In questa sezione sono disponibili, per consultazione e download, le dichiarazioni di conformità CE secondo la direttiva comunitaria 2004/22/CE di tutti i contatori MID di nostra produzione, suddivise per tipologie e modelli...

Approfondisci...